Monumento ai veterani Croati della guerra civile a Otočac

In occasione del 20° anniversario d’indipendenza croata nel 2011 nella città di Otočac, e l'iniziativa di Otočac in collaborazione con le associazioni dei veterani, è stato costruito un nuovo grande Monumento croato ai veterani croati della guerra civile. L'autore del monumento è lo scultore accademico Mario Varšić.

 

La zona commemorativa è progettata in due modi: come uno spazio di vita e di memoria, da un lato, e come un luogo che racconta gli eventi passati e fornisce la consolazione all'altro, dall'altro lato. Il muro semicircolare che sale dalla terra rappresenta la nascita della vita, la procreazione.

Il monumento di pietra (cristallina procurato dalla Grecia), il simbolo di forza e potenza, si è spaccato dal dolore e dalla sofferenza di coloro che sono rimasti testimoni viventi. Dietro di questo c'è il vuoto. Ma poi appare come una fonte di conforto, acqua simbolo di collegamento. Scorre in parte alla giornata - la vita, e in parte al buio - la morte. Come si perde, così di nuovo rinasce - costantemente circola, perché nulla può sparire senza lasciare traccia. Ciò che rimane è la sorgente della vita nuova. Vicino il monumento cresce l'albero. Ogni giorno è più bello e più grande. Fornisce ombra e protezione. Oltre al significato simbolico, lo spazio ha uno scopo pratico che si può elevare ulteriormente - sua forma ad anfiteatro è ideale per le performance artistiche.